Fondato e diretto da Laura Cherubini: direttore@impresamia.it - Redazione: redazione@impresamia.it - Pubblicità: commerciale@impresamia.it
News
INNOVAZIONE - Voltaire di .exnovo: la lampada firmata 3D Printing ispirata all'illuminismo francese IMPRESE - Assicurazione crediti: la Serbia diventa il 98esimo mercato per l’offerta di Coface INNOVAZIONE - Qui! Group ottiene il patrocinio dall'Agenzia per l'Italia Digitale: premiato il grado d’innovazione raggiunto dal Gruppo e le diverse iniziative in ambito Monetica e Servizi digitali COMMERCIO AL DETTAGLIO - Gruppo VéGé apre le porte al franchising: una formula di affiliazione su misura per le imprese emergenti che intendono crescere gradualmente e in sicurezza LAVORO - Opportunità: 50 assunzioni entro fine anno per HSE24, il canale della TV shopping LAVORO - Formazione gratuita: con Ambire c'è posto per 400 manager inoccupati. I corsi si terranno da settembre a dicembre 2014 a Milano, Torino e Roma INNOVAZIONE - Superpartes Innovation Campus: il Gruppo Mittel entra nel capitale PMI - Crediti commerciali: Banca Marche e Coface stringono un accordo per la promozione di polizze assicurative WEB - .Email, .Club, .Academy: e tu, di che dominio sei? Ecco quali sono i domini di primo livello più amati dagli italiani secondo 1&1 Internet SICUREZZA IT - Check Point Software Technologies: secondo trimestre 2014, 363 milioni di dollari di fatturato, in crescita del 7% anno su anno IMPRESE - Le Camere di commercio si autoriformano: ufficiale il piano di accorpamenti SERVIZI POSTALI - Gruppo Mail Boxes Etc: fatturato aggregato 2013 a 390 milioni di Euro (+4% sul 2012 a parità di cambi) PMI - Edilizia: Aniem, erché non facciamo un bel referendum tra i lavoratori edili, più soldi e meno bilateralità? INNOVAZIONE - Incubatore I3P: nominato il nuovo consiglio di amministrazione SOFTWARE - Dassault Systèmes: i ricavi complessivi sono cresciuti del 10% MOBILITA' - Colonnine di ricarica dei veicoli elettrici: il ministro Lupi firma il piano nazionale INTERNAZIONALIZZAZIONE - Assocamerestero: il sistema camerale italiano è una rete territoriale da valorizzare ed efficientare non da amputare ENERGIA - Finco: Strategia Energetica Nazionale, l'Ecoprestito può essere la soluzione SENATO - Caccia: le Commissioni Ambiente e Industria votano per mantenimento cattura e utilizzo di richiami vivi. Le associazioni ambientaliste, una pagina penosa. Il peggior biglietto da visita per l’inizio del semestre italiano in Ue ENERGIA - Agsm Distribuzione: finanziamento da Autorità per Energia e Gas per progetto sperimentale telelettura e telegestione contatori gas a Verona

Seguici su

IM-Impresamia su Twitter

Login

Effettua il login al sito per accedere a tutte le notizie non in abbonamento. _______________

Lavori parlamentari

Corsi Master Stage

Scadenze fiscali

Home Offerte di lavoro LAVORO - Cassazione: legittimo il licenziamento per aver ottenuto rimborsi per trasferte mai effettuate
LAVORO - Cassazione: legittimo il licenziamento per aver ottenuto rimborsi per trasferte mai effettuate PDF Stampa E-mail
Tweet me!
News
AddThis Social Bookmark Button

500_licenziamenti-crack-mutui-subprime1"In tema di licenziamento per giusta causa, ai fini della proporzionalità tra addebito e recesso, rileva ogni condotta che, per la sua gravità, possa scuotere la fiducia del datore di lavoro e far ritenere la continuazione del rapporto pregiudizievole agli scopi aziendali, essendo determinante, in tal senso, la potenziale influenza del comportamento del lavoratore di porre in dubbio la futura correttezza dell'adempimento, denotando scarsa inclinazione all'attuazione degli obblighi in conformità a diligenza, buona fede e correttezza".

E' quanto ribadito dalla Corte di Cassazione che, con sentenza n. 7096 del 9 maggio 2012, ha rigettato il ricorso proposto da un lavoratore avverso la sentenza con cui la Corte d'Appello dichiarava legittimo il licenziamento intimatogli per aver richiesto e in parte ottenuto rimborsi per trasferte non effettuate. La Suprema Corte, sottolineando che la motivazione del giudice territoriale è congrua e priva di vizi logici, afferma che "la giusta causa di licenziamento è nozione legale e il giudice non è vincolato dalle previsioni del contratto collettivo onde lo stesso può ritenere la sussistenza della giusta causa per un grave inadempimento o per un grave comportamento del lavoratore contrario alle norme della comune etica o del comune vivere civile ove tale grave inadempimento o tale grave comportamento, secondo un apprezzamento di fatto non sindacabile in sede di legittimità se congruamente motivato, abbia fatto venire meno il rapporto fiduciario tra datore di lavoro e lavoratore e, per altro verso, può escludere altresì che il comportamento del lavoratore costituisca di fatto una giusta causa, pur essendo qualificato tale dal contratto collettivo, in considerazione delle circostanze concrete che lo hanno caratterizzato.

Nella fattispecie - precisano i giudici di legittimità - la Corte di merito ha rilevato che "la particolarità dei fatti addebitati, riferibili ad un lungo arco temporale, la natura dell'attività lavorativa, la particolare qualifica rivestita dal lavoratore, direttore di filiale, preposto al controllo di dipendenti ivi addetti, l'abusiva condotta di trarre vantaggio patrimoniale dalla posizione di vertice nell'ambito della Filiale, si pongono quali elementi incompatibili con la permanenza in servizio del lavoratore, discendendo dagli stessi la inevitabile e permanente rottura del vincolo fiduciario che per il settore bancario secondo la giurisprudenza assolutamente costante e pacifica, richiede una valutazione più rigorosa rispetto ad altri settori lavorativi.". (Fonte: StudioCataldi.it)

 
inncantiere2

Interviste del direttore

Convegno Unioncamere 05.07.2010

made_in_italy

I nostri servizi