Fondato e diretto da Laura Cherubini: direttore@impresamia.it - Redazione: redazione@impresamia.it - Pubblicità: commerciale@impresamia.it
News
BUSINESS - Campagna Nazionale Qualità 2014: una campagna di comunicazione condivisa da centinaia di aziende e una serie di incontri per dibattere di qualità e innovazione a beneficio del nostro Paese INNOVAZIONE - Partnership tra Powa Technologies e Best Western Italia: possibile acquistare 6 Best Western Cadeau tramite l’innovativa app di instant shopping PowaTag SVILUPPO - Programma Elite di Borsa Italiana: dal 1° gennaio Rothschild diventa Partner Equity Markets INTERNAZIONALIZZAZIONE - MV Agusta: da SACE e BPM € 15 milioni per crescita in Usa, Brasile e Sud-Est asiatico SCIENZA - Beni culturali: innovativo sistema antiurto messo a punto da Enea e Musei Vaticani per il trasporto della statua “Augusto di Prima Porta” STARTUP - Finanziamenti: Banca Sella e Digital Magics: finanziamento di 1 milione di euro assistito dal Fondo di Garanzia per le Pmi. SICUREZZA IT - Metà delle aziende sottovaluta le contromisure DDoS: si espongono così al rischio di attacchi REGIONI - Emilia Romagna : presentato a Bologna il Rapporto 2014 dell'economia SCIENZA - Convivere con i veleni: si è svolto il terzo appuntamento dei science café alla Mediateca di Cagliari SOLIDARIETA' - Legalitalia... tutti vincenti: al quadrangolare benefico di calcio vincono i Magistrati. Consegnato il ricavato alla Comunita' di S. Egidio L.STABILITA' - Camera: atteso per oggi, lunedì 22 dicembre, l'ok definitivo dopo la fiducia del Senato sul maxiemendamento del governo UE - Tetto alle commissioni interbancarie per le carte di credito: le carte aziendali non sono coinvolte. AirPlus accoglie con favore la decisione POVERTA' - Lavoro autonomo: Cupla: dai pensionati 100mila lettere a Governo e Parlamento FUSIONI - Nasce Utilitala da Federambiente (igiene ambientale) e FederUtility (energia, gas e acqua): 577 imprese, 40 mld di valore della produzione, 90mila addetti L. STABILITA' - Senato: testo in Aula con un maxi-emendamento del governo CONSUMATORI - Gift card Feltrinelli: Adiconsum ottiene il rinnovo per quelle con importo residuo e scadenza illimitata per le nuove card VENDITE - Signorsconto.it: l'e-coupon, un vantaggio (anche) per le aziende DENARO - La questione Bitcoin: terminato alla Camera il primo dei tre incontri. Non è falsificabile, ma è riciclabile. Servono regole precise con vigilanza Banca d'Italia CSR - Aeroporti di Roma: "Care to fly", trasporto door to door (porta a porta) per i passeggeri a ridotta mobilità PA - Auto blu: in circolazione oltre mille, dovevano scendere a 93

Seguici su

IM-Impresamia su Twitter

Login

Effettua il login al sito per accedere a tutte le notizie non in abbonamento. _______________

Lavori parlamentari

Corsi Master Stage

Scadenze fiscali

Home Dalla home page IMPRESE- Record rosa: per l'Ocse il 16% delle lavoratrici italiane è "autonoma" o imprenditrice
IMPRESE- Record rosa: per l'Ocse il 16% delle lavoratrici italiane è "autonoma" o imprenditrice PDF Stampa E-mail
Tweet me!
News
AddThis Social Bookmark Button

images_4L'Italia, Paese delle imprese rosa. E' quanto emerge da un rapporto Ocse sull'imprenditoria basato su dati del 2009 di 40 Stati. Secondo tale rapporto, il 16% delle lavoratrici italiane è "autonoma" o imprenditrice. Un record, se si guarda la media europea (10%) o quella di Paesi come Inghilterra, Francia e Germania, dove le imprenditrici sul totale delle occupate sono tra il 6 e 8%.

Più precisamente, il 3,62% delle donne italiane che lavorano sono imprenditrici; freelance il 12,62%. Realisticamente, piccole imprenditrici: le aziende con proprietario singolo e almeno un dipendente guidate da donne, nel nostro Paese sono il 26,8% del totale; in gran parte si tratta di imprese con meno di 5 dipendenti. Grazie a questi dati, il nostro Paese è il secondo in Europa: i settori in cui le donne sono più presenti sono quelli del commercio, dell'accoglienza e dei trasporti. Ancora qualche cifra : il tasso di natalità di imprese guidate da donne, definita come la percentuale rispetto al totale di quelle attive, nel 2009 è stato del 13,7%, superiore a quello registrato per le aziende guidate da uomini (10,9%). Il tasso di sopravvivenza a tre anni dalla creazione è stato del 37,6%, leggermente inferiore a quello delle imprese a guida maschile (37,8%).

Nel 2011 sono nate circa 10mila nuove imprese gestite da donne, localizzate in prevalenza nel Centro Nord. Il tasso di crescita è stato del 10,7% rispetto all'anno precedente contro lo 0,2% registrato dalle imprese maschili. Tale primato ha una giustificazione, che va ricercata in una caratteristica italiana: il nostro è un popolo di lavoratori autonomi per spirito d'iniziativa, quasi sempre per mancanza di alternativa. Sono presenti, infatti, circa otto milioni di partite Iva.

Chi vuole lavorare, spesso deve inventare da sé il proprio lavoro. E questo vale soprattutto per le donne, visto che l'Italia detiene anche il primato, negativo, di donne non occupate nel mercato ufficiale. La difficoltà di conciliare la vita familiare con quella lavorativa e l'inadeguatezza dei servizi sociali per la prima infanzia fanno sì che, nel 2010, tra le donne con figli di età minore di 15 anni, le inattive siano il 40%; tra i 25 e i 34 anni, le madri occupate solo il 45% mentre i padri raggiungono l'87%. La conferma viene dall'Istat. Il 30% delle madri (contro il 3% dei padri) ha interrotto il lavoro per motivi familiari e in genere l'occupazione femminile diminuisce con l'aumentare del numero dei figli. Rispetto alla media Ocse, l'Italia su questo aspetto si piazza agli ultimi posti in Europa: 11 punti sotto.

 

Ricevi gratis gli aggiornamenti di questo sito:

Fornito da FeedBurner

inncantiere2

Interviste del direttore

Convegno Unioncamere 05.07.2010

made_in_italy

I nostri servizi