Fondato e diretto da Laura Cherubini: direttore@impresamia.it - Redazione: redazione@impresamia.it - Pubblicità: commerciale@impresamia.it
News
AGROALIMENTARE - Enea a Cibus 2014: innovazione tecnologica per le imprese BUSINESS - Mercato elettronico Pa: previste semplificazione per microimprese, reti d’impresa e start up ENERGIA - Sorgenia:presentati alle associazioni dei consumatori i risultati 2013 della Carta della Qualità dei Servizi DL LAVORO - Camera: calcolo maternita' per contratto tempo indeterminato CIRCOLAZIONE - Gomme da neve: come evitare le multe che scatteranno dal 15 maggio DEF - Aggiornamento lavori (h13): Senato e Camera GREEN ECONOMY - Protocollo intesa Enea e Ministero Affari esteri per uno sviluppo economico sostenibile PMI - Sistri: Agnelli ( Confimi Impresa), chiediamo al Ministero dell’Ambiente di convocare un tavolo di confronto per concordare misure differenti nell’applicazione di questo provvedimento prima della scadenza del 30 aprile CRISI - Confindustria: produzione industriale + 0,7% in marzo.Il sostegno al fatturato viene anche dall'interno DEF - Oggi decidono Camera e Senato: pressing su bonus Irpef, spending review e pensioni TURISMO - Mibact-Regioni: serve strategia nazionale di settore. Necessaria ristrutturazione Enit CODICE APPALTI - Recepimento direttive Ue: istituito tavolo tecnico al Mit LAVORO - Turismo religioso: ad aprile oltre 60 professionisti richiesti a Roma per la settimana delle canonizzazioni. Ma la richiesta non si ferma qui AMBIENTE - Ue: giro di vite sullo spreco di sacchetti di plastica. Galletti, vittoria italiana BANDI - Incubatore ComoNExT: dall'idea all'impresa. Massimo 5 progett, i piùi innovativi e fattivi STARTUP INNOVATIVE - Relazione annuale del Mise: Guidi, al centro della strategia di rilancio del sistema produttivo nazionale con effetti positivi sull’occupazione, in particolare giovanile UE - Pensione: I lavoratori comunitari che si spostano in un altro paese europeo potranno traferire la pensione integrativa NATURA - Eolico:Lipu, nuove norme a tutela orsi e rapaci in Abruzzo SENATO - Voto di scambio: via libera al ddl con 191 si' e 32 no INDICAZIONI GEOGRAFICHE - Aicig: incontro con Calenda per tutela nell’ambito del negoziato Ue-Usa (TTIP)

Seguici su

IM-Impresamia su Twitter

Login

Effettua il login al sito per accedere a tutte le notizie non in abbonamento. _______________

Lavori parlamentari

Corsi Master Stage

Scadenze fiscali

Home Dalla home page - focus FISCO- Interessi di mora: tasso sceso al 5,0243%
FISCO- Interessi di mora: tasso sceso al 5,0243% PDF Stampa E-mail
Tweet me!
Approfondimenti
AddThis Social Bookmark Button

professionisti-okContinua a scendere il tasso degli interessi di mora per i contribuenti che pagano in ritardo le cartelle. La nuova misura è stata fissata al 5,0243% su base annua e si applica dal 1° ottobre 2011, con una differenza di quasi 0,75 punti percentuali, rispetto a quella precedente (pari al 5,7567%): il nuovo tasso favorisce le imprese e i professionisti che, in questo particolare momento di crisi, potrebbero avere difficoltà a pagare le somme iscritte a ruolo.

Già lo scorso anno c'era stata una riduzione dal 6,8358 al 5,7567 % e quindi in due anni il taglio degli interessi di mora è stato complessivamente dell'1,8115%.

Gli interessi di mora si applicano se il contribuente, dopo aver ricevuto la cartella di pagamento contenente l'intimazione ad adempiere al versamento entro 60 giorni dalla notifica, non provvede al pagamento, e decorrono dalla data della notifica della cartella fino alla data effettiva di pagamento.
Il tasso è determinato annualmente sulla base della media dei tassi bancari attivi, che viene comunicata dalla Banca d'Italia. Anche quest'anno la Banca d'Italia, con nota n. 356521, ha comunicato che la media dei tassi bancari attivi con riferimento al periodo 01.01.2010 – 31.12.2010, è stimata nella misura del 4,0243%. Applicando a tale media la maggiorazione di un punto percentuale, il Provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate del 22 giugno 2011 ha fissato la nuova misura del tasso al 5,0243%.

Il nuovo tasso di interessi si applica a partire dal 1° ottobre, mentre fino al 30 settembre resta valida la vecchia misura del 5,7567%. Ne deriva che, nel caso in cui la notifica della cartella di pagamento sia avvenuta prima del 01.10.2011 ed il pagamento delle somme iscritte a ruolo avvenga dopo i 60 giorni dalla notifica in un giorno successivo al 01.10.2011, gli interessi moratori per ritardato pagamento andranno applicati: nella misura del 5,7567% su base annua, per il periodo che va dalla data di notifica della cartella fino al 30.09.2011; nella misura del 5,0243% su base annua, per il periodo che va dal 01.10.2011 alla data di effettivo pagamento. (Fonte:fiscoetasse.com - art. di Elisabetta Gesuato)

 

Ricevi gratis gli aggiornamenti di questo sito:

Fornito da FeedBurner

inncantiere2

Interviste del direttore

Convegno Unioncamere 05.07.2010

made_in_italy

I nostri servizi