Fondato e diretto da Laura Cherubini: direttore@impresamia.it - Redazione: redazione@impresamia.it - Pubblicità: commerciale@impresamia.it
News
VACANZE - Ue: stai per partire? Non dimenticare la Team, la tessera sanitaria LAVORO - Disoccupazione: in frenata (scende la 12,3%) mentre tra i 15 e i 24 anni sale al 43,7%, livello più' alto dal 1977 DL PA - Camera: nella notte conferma fiducia a governo (346 sì e 176 no) LAVORO - Europportunità: la Ue cerca 194 traduttori e 150 ricercatori (Cern). Inoltre, sono 700 i tirocini retribuiti per laureati. E sono due i concorsi per progetti TURISMO - Promozione: Franceschini, Franceschini: piena condivisione con regioni su progetti Vento e via Francigena GOVERNO - Cdm: convocato oggi, giovedì 31 luglio alle 18,30. L'odg DEBITI PA - Imprese e professionisti: vademecum per la certificazione dei crediti WEEKEND - San Vito Lo Capo: da venerdì la rassegna "Baglio, olio e mare" FISCO - Exit tax: in Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo FISCO - Modello 770: termini prorogati al 19 settembre CRISI - Svimez: Italia sempre più diseguale. E il Sud rischia la deriva LAVORO - Sgravi fiscali e contributivi: 30 mln a imprese che assumono detenuti FISCO - Studi di settore: spunti difensivi negli accertamenti, valenza dello scostamento dal reddito presunto e corretta tenuta della contabilità LAVORO - Ricerca: ingegneri? C'è' posto per 65 con Antal International Italy LAVORO - RC Professionale: ComparaMeglio.it, avvocati e commercialisti i più attenti all'obbligo di legge SOSTENIBILITA' - Auchan Italia: impegno dell'azienda nella "Lotta allo spreco" e nel "Radicamento al territorio" a tutela del potere d'acquisto dei consumatori eliminando sprechi di risorse ambientali, alimentari ed economiche EDILIZIA - Appalti: Federlazio e Provincia lavorano a Protocollo Intesa DL COMPETITIVITA' - In Aula Camera da 4 agosto: il provvedimento scade il 23 agosto COMPETITIVITA '- Viaggio nell'Italia che riparte: rimandata a settembre (27/29) la tappa in Lombardia per infortunio a l coordinatore Vaccaro LAVORO - Logistica: l’ecommerce spinge le figure di responsabile di deposito o di magazzino e di trasporto

Seguici su

IM-Impresamia su Twitter

Login

Effettua il login al sito per accedere a tutte le notizie non in abbonamento. _______________

Lavori parlamentari

Corsi Master Stage

Scadenze fiscali

Home Dalla home page - focus FISCO- Interessi di mora: tasso sceso al 5,0243%
FISCO- Interessi di mora: tasso sceso al 5,0243% PDF Stampa E-mail
Tweet me!
Approfondimenti
AddThis Social Bookmark Button

professionisti-okContinua a scendere il tasso degli interessi di mora per i contribuenti che pagano in ritardo le cartelle. La nuova misura è stata fissata al 5,0243% su base annua e si applica dal 1° ottobre 2011, con una differenza di quasi 0,75 punti percentuali, rispetto a quella precedente (pari al 5,7567%): il nuovo tasso favorisce le imprese e i professionisti che, in questo particolare momento di crisi, potrebbero avere difficoltà a pagare le somme iscritte a ruolo.

Già lo scorso anno c'era stata una riduzione dal 6,8358 al 5,7567 % e quindi in due anni il taglio degli interessi di mora è stato complessivamente dell'1,8115%.

Gli interessi di mora si applicano se il contribuente, dopo aver ricevuto la cartella di pagamento contenente l'intimazione ad adempiere al versamento entro 60 giorni dalla notifica, non provvede al pagamento, e decorrono dalla data della notifica della cartella fino alla data effettiva di pagamento.
Il tasso è determinato annualmente sulla base della media dei tassi bancari attivi, che viene comunicata dalla Banca d'Italia. Anche quest'anno la Banca d'Italia, con nota n. 356521, ha comunicato che la media dei tassi bancari attivi con riferimento al periodo 01.01.2010 – 31.12.2010, è stimata nella misura del 4,0243%. Applicando a tale media la maggiorazione di un punto percentuale, il Provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate del 22 giugno 2011 ha fissato la nuova misura del tasso al 5,0243%.

Il nuovo tasso di interessi si applica a partire dal 1° ottobre, mentre fino al 30 settembre resta valida la vecchia misura del 5,7567%. Ne deriva che, nel caso in cui la notifica della cartella di pagamento sia avvenuta prima del 01.10.2011 ed il pagamento delle somme iscritte a ruolo avvenga dopo i 60 giorni dalla notifica in un giorno successivo al 01.10.2011, gli interessi moratori per ritardato pagamento andranno applicati: nella misura del 5,7567% su base annua, per il periodo che va dalla data di notifica della cartella fino al 30.09.2011; nella misura del 5,0243% su base annua, per il periodo che va dal 01.10.2011 alla data di effettivo pagamento. (Fonte:fiscoetasse.com - art. di Elisabetta Gesuato)

 

Ricevi gratis gli aggiornamenti di questo sito:

Fornito da FeedBurner

inncantiere2

Interviste del direttore

Convegno Unioncamere 05.07.2010

made_in_italy

I nostri servizi