Fondato e diretto da Laura Cherubini: direttore@impresamia.it - Redazione: redazione@impresamia.it - Pubblicità: commerciale@impresamia.it
News
ALIMENTARE - Etichette a semaforo: Face (Fed. Ass.ni Consumatori europee): la decisione UE, frutto anche nostro contributo FORMAZIONE - Condominio: come costruirsi un futuro da amministratore FORMAZIONE - ExpoTraining : presentato il Manifesto per la riforma della formazione aziendale e professionale ALIMENTARE - Etichette a semaforo: Adiconsum: soddisfazione per il "no" della Ue. Contro obesità serve Campagna educazione alimentare SICUREZZA IT - Kaspersky Lab: espande la collaborazione con Europol e Interpol SOSTENIBILITA' - Milanesi: i cittadini più “green e virtuosi” della penisola (ricerca Istituto Swg) TFR - Unimpresa: a rischio 5,5 miliardi di liquidità delle Pmi con il passaggio del 50% del trattamento di fine rapporto nei salari dei lavoratori LAVORO - Ddl delega: slittamento voto a 8 ottobre in Aula Senato INNOVAZIONE - Stampa 3D: .bijouets presenta alla Maker Faire Rome "Cambiami", il nuovo modo di concepire e indossare gli occhiali da sole EVENTI - Cous Cous Fest: 17^edizione si chiude con bilancio record AMBIENTE - Rifiuti: A Roma installato un nuovo riciclatore incentivante a Casal de' Pazzi BUSINESS - Salone europeo delle Micro e Piccole Imprese: a Venezia il 6/7 ottobre attesi circa 250 tra imprenditori e rappresentanti di centri di ricerca LAVORO - Neet: in Italia sono il 32%. Career Paths svolge coaching per studenti (18-26 anni), per scegliere il percorso di studi FORMAZIONE - Ambiente: corso "Albo gestori. La nuova disciplina" EMILIA ROMAGNA - Unioncamere: è Claudio Pasini il nuovo segretario generale DIGITALE - MediaEngine: app ll Grande Dizionario di Italiano e il Dizionario Italiano Inglese DeAgostini COMMUNITY - 99designs: partnership con Talent Garden. A due anni dal lancio in Italia conferma il proprio successo LAVORO - Riforma: Piacentini (Aniem), sì al Tfr in busta paga SVILUPPO - Iraq: a SudgestAid, società italiana senza fini di lucro, prima commessa formazione dirigenti in ambito economico, culturale e turistico IMPRESE - GRC Summit Europe 2014: MetricStream annuncia l’ordine del giorno e la scaletta dei relatori

Seguici su

IM-Impresamia su Twitter

Login

Effettua il login al sito per accedere a tutte le notizie non in abbonamento. _______________

Lavori parlamentari

Corsi Master Stage

Scadenze fiscali

Home Dalla home page - focus FISCO- Interessi di mora: tasso sceso al 5,0243%
FISCO- Interessi di mora: tasso sceso al 5,0243% PDF Stampa E-mail
Tweet me!
Approfondimenti
AddThis Social Bookmark Button

professionisti-okContinua a scendere il tasso degli interessi di mora per i contribuenti che pagano in ritardo le cartelle. La nuova misura è stata fissata al 5,0243% su base annua e si applica dal 1° ottobre 2011, con una differenza di quasi 0,75 punti percentuali, rispetto a quella precedente (pari al 5,7567%): il nuovo tasso favorisce le imprese e i professionisti che, in questo particolare momento di crisi, potrebbero avere difficoltà a pagare le somme iscritte a ruolo.

Già lo scorso anno c'era stata una riduzione dal 6,8358 al 5,7567 % e quindi in due anni il taglio degli interessi di mora è stato complessivamente dell'1,8115%.

Gli interessi di mora si applicano se il contribuente, dopo aver ricevuto la cartella di pagamento contenente l'intimazione ad adempiere al versamento entro 60 giorni dalla notifica, non provvede al pagamento, e decorrono dalla data della notifica della cartella fino alla data effettiva di pagamento.
Il tasso è determinato annualmente sulla base della media dei tassi bancari attivi, che viene comunicata dalla Banca d'Italia. Anche quest'anno la Banca d'Italia, con nota n. 356521, ha comunicato che la media dei tassi bancari attivi con riferimento al periodo 01.01.2010 – 31.12.2010, è stimata nella misura del 4,0243%. Applicando a tale media la maggiorazione di un punto percentuale, il Provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate del 22 giugno 2011 ha fissato la nuova misura del tasso al 5,0243%.

Il nuovo tasso di interessi si applica a partire dal 1° ottobre, mentre fino al 30 settembre resta valida la vecchia misura del 5,7567%. Ne deriva che, nel caso in cui la notifica della cartella di pagamento sia avvenuta prima del 01.10.2011 ed il pagamento delle somme iscritte a ruolo avvenga dopo i 60 giorni dalla notifica in un giorno successivo al 01.10.2011, gli interessi moratori per ritardato pagamento andranno applicati: nella misura del 5,7567% su base annua, per il periodo che va dalla data di notifica della cartella fino al 30.09.2011; nella misura del 5,0243% su base annua, per il periodo che va dal 01.10.2011 alla data di effettivo pagamento. (Fonte:fiscoetasse.com - art. di Elisabetta Gesuato)

 

Ricevi gratis gli aggiornamenti di questo sito:

Fornito da FeedBurner

inncantiere2

Interviste del direttore

Convegno Unioncamere 05.07.2010

made_in_italy

I nostri servizi