Fondato e diretto da Laura Cherubini: direttore@impresamia.it - Redazione: redazione@impresamia.it - Pubblicità: commerciale@impresamia.it
News
TRASPORTO AEREO - American Airlines: inizio lavori del nuovo centro operativo di Fort Worth intitolato a Robert W. Baker. La struttura sarà completata nel 2015. FISCO - Moduli predisposti in ritardo dall'Agenzia delle Entrate, l'Ancl chiede la proroga per i modelli 770 VENDITE - Il Mondiale dello Shopping online: come le vittorie e le sconfitte hanno inciso sugli acquisti durante l’evento in Brasile. L'nfografica MyThings CODICE DELLA STRADA - Omicidio stradale: Nencini, abbiamo previsto l'ergastolo della patente..Non guidi più FISCO - Crediti verso la PA e istituti deflattivi: ampliati, con il DL n. 66/2014 convertito, i casi di applicazione LAVORO - Direttori marketing e direttori comunicazione: gli stipendi viaggiano appaiati BUSINESS - Logistica Collaborativa: l’Italia fa scuola. Dopo gli hub specializzati lanciati da CEVA Logistics in Italia, a Dubai apre i battenti la “Città dell’Energia” EFFICIENZA ENERGETICA - Veronafiere-Smart Energy 2014: un programma scientifico sempre più ricco, nel pieno del semestre europeo di presidenza italiana GOVERNO - Conti pubblici: Padoan, taglio cuneo permanente con legge stabilità LAVORO - Rudy Project e Gea: dall'innovazione di prodotto sportivo all'innovazione nelle Risorse Umane EDILIZIA - Scia e Permesso di costruire: pubblicati in G.U. gli schemi semplificati CRISI - Lavoro: Cgia, del milione di lavoratori che in questi anni ha perso il posto di lavoro, oltre 420 mila sono autonomi FISCO - Moratoria dei finanziamenti alle Pmi: proroga al 31 dicembre 2014 FISCO - Deducibilità Ace: novità del Decreto Competitività UE - Consiglio europeo: Van Rompuy candida Enrico Letta a presidente SENATO - Riforme: discussione generale e si chiude, forse, domani. Molti i lavori in scadenza ENERGIA - Governo Renzi: Marsiglia (Federpetroli), riforma Titolo V blocca investimenti petroliferi. Si sta procedendo nella direzione sbagliata POS - Obbligo di accettazione per esercenti e professionisti: Mise, avviato il tavolo di confronto annunciato dal ministro Guidi INNOVAZIONE - iNebula: online il nuovo portale con più servizi dedicati ai business partner UE - Importazione riso: governo richiede adozione di misure di salvaguardia europee nei confronti dell'importazione di riso greggio cambogiano

Seguici su

IM-Impresamia su Twitter

Login

Effettua il login al sito per accedere a tutte le notizie non in abbonamento. _______________

Lavori parlamentari

Corsi Master Stage

Scadenze fiscali

Home
IMPRESE - Bergamo: più difesa dei marchi e più rigore PDF Stampa E-mail
Tweet me!
Dalla home page
AddThis Social Bookmark Button
marchi_contraffattiLe imprese bergamasche investono quasi 200 milioni di euro in innovazione con la registrazione di invenzioni, marchi e brevetti come è emerso dall'indagine "Oltre il Made in Italy" presentata in un convegno a Monza dall'ufficio studi della Camera di commercio di Monza e Brianza, che attribuisce un valore di oltre 1,5 miliardi di euro all'intera Lombardia e di oltre 7,5 miliardi di euro all'intero Paese. Dati che sono stati portati all'attenzione dei ministri dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, e delle Politiche comunitarie, Andrea Ronchi dai deputati leghisti Giacomo Stucchi, Ettore Pirovano, Nunziante Consiglio e  Pierguido Vanalli che hanno rivolto loro un'interrogazione per sollecitarli ad adottare misure più stringenti per la tutela dei prodotti nazionali dalla concorrenza sleale in modo da favorire la ripresa economica e produttiva nel nostro Paese, anche alla luce delle ingenti perdite per le imprese italiane, e in particolare della provincia di Bergamo, a causa delle imitazioni illecite di prodotti.

Da cosa deriva l'allarme? Dal rischio di imitazioni illecite, che, secondo le stime dell'indagine, costano alle imprese italiane quasi 50 miliardi di euro all'anno: in Lombardia in particolare le perdite economiche causate dalla contraffazione sono stimate in quasi 10 miliardi di euro, distribuiti per lo più tra le imprese milanesi (oltre 3 miliardi di euro), bresciane (oltre 1,5 miliardi di euro), bergamasche (quasi 900 milioni di euro) e varesotte (oltre 800 milioni). Inoltre, dal 99,1% del campione di studio emerge che la difesa del Made in Italy è considerata una priorità dalla quasi totalità degli imprenditori bergamaschi e tra gli strumenti di difesa indicati sono chieste azioni mirate quali la tracciabilità (76,9%), maggiori controlli (46,3%) e, in misura inferiore, l'etichetta obbligatoria (30,6%). Riguardo alla tracciabilità dei prodotti, in particolare, fra gli imprenditori del campione esaminato prevale chi ritiene che dovrebbe essere obbligatoria e non solo volontaria mentre il 96,3% dei bergamaschi sentiti nell'indagine è convinto che il Made in Italy deve essere rigoroso, prevedendo sia l'ideazione, sia il confezionamento del prodotto in Italia.

 

 
inncantiere2

Interviste del direttore

Convegno Unioncamere 05.07.2010

made_in_italy

I nostri servizi