Fondato e diretto da Laura Cherubini: direttore@impresamia.it - Redazione: redazione@impresamia.it - Pubblicità: commerciale@impresamia.it
News
FOOD - Campionato Nazionale e Internazionale FInger Food: a Padova dal 30 novembre al 3 dicembre. Sabato 29 novembre cena a tema con Expo 2015 TERRITORI - Convegno "La riqualificazione delle aree industriali tra pianificazione urbanistica e nuovi modelli di business": venerdì 28 novembre 2014 a Quinto di Treviso SCIENZA - Ricerca spaziale, innovazione e tecnologia: a ComoNExT incontro e visita al CSRV CRISI - Crescita perduta: Sace, puntare sui mercati esteri. Export può creare 1,8 mln di posti di Lavoro e 9 punti di Pil L. STABILITA' - Made in Italy: via libera commissione a fondi. Aassegnate a Ice per promozione e internazionalizzazione BUSINESS - Matching share&grow: imprese piemontesi pronte all'avventura da lunedì 24 novembre a Rho Fiera BUSINESS - Emilia Romagna: missione imprenditoriale in Vietnam GDA - Gruppo VèGè: primo premio assoluto tra i retailer, grazie all'iniziativa di comunicazione "Le Delizie di Leonardo" PROFESSIONI - Presentato 3Dreaming: progetto per formare nuovi profili professionali nel campo della modellazione e stampa 3D per la prototipazione e produzione industriale FORMAZIONE - Internazionalizzazione dell'Università: lunedì 24 novembre a Roma LAVORO - Job&Orienta 2014: è l’ora dei nativi digitali ENERGIA - Nasce SorgeniaClub: per le imprese italiane che acquistano online, i punti valgono Euro da scontare in bolletta IMPRESE - Ast: Mise, preoccupazione per sciopero a oltranza DISSESTO IDROGEOLOGICO - Presentato a Palazzo Chigi il primo stralcio del piano nazionale 2014-20: 0ltre un miliardo di euro per 69 interventi per la sicurezza nelle città e aree metropolitane. REGIONI - Leggi: Cdm ne esamina 16 impugnandone una della Lombardia su attività estrattive di cava SICUREZZA STRADALE - Codice della strada: Nencini, questioni spinose come l'introduzione del reato di omicidio stradale, associato alla previsione dell'ergastolo della patente GOVERNO - Cdm: convocato per domani 21 novembre alle 8,30 IMPRESE - Trw: governo invita multinazionale americana a ripensare la chiusura dello stabilimento di Livorno IMPRESE - Economia del mare: siglata la collaborazione tra Unioncamere e Comando generale delle Capitanerie di Porto. Al via anche l’accordo operativo con Assonat DIGITAL MARKETING - Sitecore: l'azienda danese sceglie anche quest’anno IAB per presentare la propria offerta insieme ad Avanade

Seguici su

IM-Impresamia su Twitter

Login

Effettua il login al sito per accedere a tutte le notizie non in abbonamento. _______________

Lavori parlamentari

Corsi Master Stage

Scadenze fiscali

Home
IMPRESE - Bergamo: più difesa dei marchi e più rigore PDF Stampa E-mail
Tweet me!
Dalla home page
AddThis Social Bookmark Button
marchi_contraffattiLe imprese bergamasche investono quasi 200 milioni di euro in innovazione con la registrazione di invenzioni, marchi e brevetti come è emerso dall'indagine "Oltre il Made in Italy" presentata in un convegno a Monza dall'ufficio studi della Camera di commercio di Monza e Brianza, che attribuisce un valore di oltre 1,5 miliardi di euro all'intera Lombardia e di oltre 7,5 miliardi di euro all'intero Paese. Dati che sono stati portati all'attenzione dei ministri dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, e delle Politiche comunitarie, Andrea Ronchi dai deputati leghisti Giacomo Stucchi, Ettore Pirovano, Nunziante Consiglio e  Pierguido Vanalli che hanno rivolto loro un'interrogazione per sollecitarli ad adottare misure più stringenti per la tutela dei prodotti nazionali dalla concorrenza sleale in modo da favorire la ripresa economica e produttiva nel nostro Paese, anche alla luce delle ingenti perdite per le imprese italiane, e in particolare della provincia di Bergamo, a causa delle imitazioni illecite di prodotti.

Da cosa deriva l'allarme? Dal rischio di imitazioni illecite, che, secondo le stime dell'indagine, costano alle imprese italiane quasi 50 miliardi di euro all'anno: in Lombardia in particolare le perdite economiche causate dalla contraffazione sono stimate in quasi 10 miliardi di euro, distribuiti per lo più tra le imprese milanesi (oltre 3 miliardi di euro), bresciane (oltre 1,5 miliardi di euro), bergamasche (quasi 900 milioni di euro) e varesotte (oltre 800 milioni). Inoltre, dal 99,1% del campione di studio emerge che la difesa del Made in Italy è considerata una priorità dalla quasi totalità degli imprenditori bergamaschi e tra gli strumenti di difesa indicati sono chieste azioni mirate quali la tracciabilità (76,9%), maggiori controlli (46,3%) e, in misura inferiore, l'etichetta obbligatoria (30,6%). Riguardo alla tracciabilità dei prodotti, in particolare, fra gli imprenditori del campione esaminato prevale chi ritiene che dovrebbe essere obbligatoria e non solo volontaria mentre il 96,3% dei bergamaschi sentiti nell'indagine è convinto che il Made in Italy deve essere rigoroso, prevedendo sia l'ideazione, sia il confezionamento del prodotto in Italia.

 

 
inncantiere2

Interviste del direttore

Convegno Unioncamere 05.07.2010

made_in_italy

I nostri servizi