Fondato e diretto da Laura Cherubini: direttore@impresamia.it - Redazione: redazione@impresamia.it - Pubblicità: commerciale@impresamia.it
News
AGROALIMENTARE - Enea a Cibus 2014: innovazione tecnologica per le imprese BUSINESS - Mercato elettronico Pa: previste semplificazione per microimprese, reti d’impresa e start up ENERGIA - Sorgenia:presentati alle associazioni dei consumatori i risultati 2013 della Carta della Qualità dei Servizi DL LAVORO - Camera: calcolo maternita' per contratto tempo indeterminato CIRCOLAZIONE - Gomme da neve: come evitare le multe che scatteranno dal 15 maggio DEF - Aggiornamento lavori (h13): Senato e Camera GREEN ECONOMY - Protocollo intesa Enea e Ministero Affari esteri per uno sviluppo economico sostenibile PMI - Sistri: Agnelli ( Confimi Impresa), chiediamo al Ministero dell’Ambiente di convocare un tavolo di confronto per concordare misure differenti nell’applicazione di questo provvedimento prima della scadenza del 30 aprile CRISI - Confindustria: produzione industriale + 0,7% in marzo.Il sostegno al fatturato viene anche dall'interno DEF - Oggi decidono Camera e Senato: pressing su bonus Irpef, spending review e pensioni TURISMO - Mibact-Regioni: serve strategia nazionale di settore. Necessaria ristrutturazione Enit CODICE APPALTI - Recepimento direttive Ue: istituito tavolo tecnico al Mit LAVORO - Turismo religioso: ad aprile oltre 60 professionisti richiesti a Roma per la settimana delle canonizzazioni. Ma la richiesta non si ferma qui AMBIENTE - Ue: giro di vite sullo spreco di sacchetti di plastica. Galletti, vittoria italiana BANDI - Incubatore ComoNExT: dall'idea all'impresa. Massimo 5 progett, i piùi innovativi e fattivi STARTUP INNOVATIVE - Relazione annuale del Mise: Guidi, al centro della strategia di rilancio del sistema produttivo nazionale con effetti positivi sull’occupazione, in particolare giovanile UE - Pensione: I lavoratori comunitari che si spostano in un altro paese europeo potranno traferire la pensione integrativa NATURA - Eolico:Lipu, nuove norme a tutela orsi e rapaci in Abruzzo SENATO - Voto di scambio: via libera al ddl con 191 si' e 32 no INDICAZIONI GEOGRAFICHE - Aicig: incontro con Calenda per tutela nell’ambito del negoziato Ue-Usa (TTIP)

Seguici su

IM-Impresamia su Twitter

Login

Effettua il login al sito per accedere a tutte le notizie non in abbonamento. _______________

Lavori parlamentari

Corsi Master Stage

Scadenze fiscali

Home Bandi CRESCITA -Mise: diventa operativo il piano di rilancio delle aree colpite da crisi industriale della Campania
CRESCITA -Mise: diventa operativo il piano di rilancio delle aree colpite da crisi industriale della Campania PDF Stampa E-mail
Tweet me!
News
AddThis Social Bookmark Button

l43-flavio-zanonato-130527001307_mediumDiventa operativo il piano di rilancio delle aree colpite da crisi industriale della Campania. Il ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato, il presidente della Regione Stefano Caldoro e l'ad di Invitalia Domenico Arcuri hanno firmato oggi, presso il dicastero di via Veneto, un protocollo di intesa che avvia una serie di importanti azioni per la conversione e il rilancio delle principali aree di crisi industriali presenti sul territorio campano: Acerra, Airola, Avellino, Caserta e Castellammare di Stabia. Le risorse a disposizione - in base al Piano di Azione e Coesione - ammontano a 150 milioni di euro.

Già nei prossimi giorni, il Mise, in collaborazione con la Regione Campania, definirà le priorità su cui concentrare gli interventi e potrà attivare le procedure per raccogliere manifestazioni di interesse di realtà imprenditoriali intenzionate a realizzare investimenti anche a carattere innovativo nelle aree interessate. Tali investimenti saranno incentivati attraverso l'adozione di Contratti di Sviluppo e altre forme di agevolazione finanziaria. 

caldoro"L'obiettivo- ha sottolineato a sua volta il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro- è quello di stimolare il tessuto produttivo locale con una riqualificazione del territorio, attraverso nuovi investimenti in grado di contrastare la perdita di posti di lavoro conseguente alle criticità economiche. Adesso bisognerà monitorare, per assicurare l'efficienza e la validità della fase operativa. Insieme, Governo, Regione e parti sociali dovranno assicurare il massimo impegno. Già per metà settembre puntiamo a pubblicare i primi bandi per i nuovi insediamenti produttivi nelle aree di crisi".

La realizzazione del Piano di rilancio sarà attentamente monitorata da un Comitato esecutivo di 5 persone (3 in rappresentanza del Mise e 2 della Regione) che si avvarrà del supporto dell'Agenzia Invitalia e della società in house della Regione Campania. "Con la firma di oggi – ha affermato Zanonato - rendiamo operativo un percorso importante per favorire il rilancio di aree produttive strategiche della Campania che stanno soffrendo particolarmente la crisi in atto. Grazie alla collaborazione col ministro per la Coesione territoriale Carlo Trigilia e col presidente Caldoro, la Regione Campania potrà usufruire ora di strumenti particolarmente efficaci, come i Contratti di Sviluppo, per attrarre investimenti produttivi sul proprio territorio. La riconversione industriale e l'innovazione sono due armi molto importanti per contrastare gli effetti della crisi in atto e rilanciare il fronte occupazionale".

l43-trigilia-130427235155_medium"Questa decisione – ha commentato da parte sua il ministro Carlo Trigilia – conferma l'utilità della riprogrammazione effettuata con il Piano di Azione e Coesione, che ci ha consentito di riorientare risorse ancora non utilizzate per il rilancio del tessuto industriale del territorio campano. E' un caso esemplare che dimostra come la spinta all'accelerazione dell'utilizzo dei fondi strutturali possa efficacemente coniugarsi con il sostegno a interventi decisivi per l'economia regionale".

 

 

Ricevi gratis gli aggiornamenti di questo sito:

Fornito da FeedBurner

inncantiere2

Interviste del direttore

Convegno Unioncamere 05.07.2010

made_in_italy

I nostri servizi