Fondato e diretto da Laura Cherubini: direttore@impresamia.it - Redazione: redazione@impresamia.it - Pubblicità: commerciale@impresamia.it
News
LAVORO - Raffineria Gela: Mise, riconversione verde e salvaguardia occupazione diretta e indotta LEGGE STABILITA' - Pensioni: Adiconsum, slittamento duro colpo per pensionati e famiglie con anziani. Renzi riveda norma LEGGE STABILITA' - Ritardo pagamento pensioni: Palazzi (Anap), non occorre accanirsi contro gli anziani: bisogna rilanciare il mercato del lavoro dando prospettive ai giovani UNIVERSITA' - Fondazione Grimaldi: 2 premi alle eccellenze siciliane nella ricerca scientifica a RIPRESA - Private equity e venture capital: Aifi, gli operatori internazionali tornano a investire in Italia INNOVAZIONE - Workshop gratuito: Arduino e Internet of things, a Roma, 25 e 26 ottobre EVENTI - 5a edizione di Domani Mi Sposo: questa volta a La Favorita di Sarego domenica 26 ottobre CORRUZIONE - Ass. Res Magnae: convegno a Roma, giovedì 30 ottobre, Sala Zuccari (Senato della Repubblica) ENERGIA - Bollette di luce e gas: da settembre 2015, tutto in una sola pagina. Ma chi vorrà potrà approfondire UE - Progetto Europeo EuroVelo8: la pista ciclabile del Mediterraneo SICUREZZA IT - Cloud: Moroni, responsabile divisione Security di Partner Data individua alcune strategie che l’utente può mettere in atto SBLOCCA ITALIA - Vendita immobili: Aniem, assurdo aumentare l'Iva al 10% LAVORO - Offerte: Antal International Italy offre 170 opportunità di lavoro a tempo indeterminato nel settore Operations, Sales & Marketing, Bancario & Assicurativo, Information Technology, Amministrativo & Risorse Umane RIFIUTI - Giacimenti Urbani: seconda edizione a Milano dal 21 al 23 novembre MADE IN ITALY - Progress Profiles: profili per la pavimentazione della Louis Vuitton Fondation INVESTIMENTI - Task force europea: l'Italia prepara la lista dei progetti da finanziare PMI - Riduzione bolletta elettrica: firmati i decreti attuativi DIRITTO - Marchi e brevetti: il mero distributore può agire a tutela del brevetto? La Cassazione dice di sì LEGGE STABILITA' - Tfr in busta paga: sarà su base volontaria e soggetto a tassazione ordinaria SOSTENIBILITA' - Ambiente: a scuola di turismo green. I laboratori gratuiti di ViaggiVerdi a Fa' la cosa giusta! Trento dal 24 al 26 ottobre

Seguici su

IM-Impresamia su Twitter

Login

Effettua il login al sito per accedere a tutte le notizie non in abbonamento. _______________

Lavori parlamentari

Corsi Master Stage

Scadenze fiscali

Home Bandi CRISI - Imprese: Banca d'Italia, aumentano i fallimenti e nascono poche imprese
CRISI - Imprese: Banca d'Italia, aumentano i fallimenti e nascono poche imprese PDF Stampa E-mail
Tweet me!
News
AddThis Social Bookmark Button

imprenditore_in_difficoltContinuano ad aumentare i fallimenti delle imprese e si riducono le nascite. Lo rileva la relazione annuale di Banca d'Italia indicando come nel 2011 il tasso di natalità delle imprese è sceso allo 0,8%, poco al di sopra dei valori osservati nel biennio 2008-09, per effetto di una marcata riduzione delle nascite e, in misura minore, di un aumento delle cessazioni

Il numero dei fallimenti aziendali avviati è salito a oltre 12.000, il 7,4% in più rispetto al 2010 che già era risultato superiore del 19,8% a quello dell'anno precedente, interessando quasi tutti i principali settori produttivi. E i dati del primo trimestre 2012 mostrano un saldo negativo di 26mila imprese, dovuto al forte aumento delle cessazioni (8,5% rispetto al trimestre corrispondente) e alla contemporanea, seppur lieve, riduzione delle iscrizioni, con gli ingressi in procedura fallimentare (oltre 3mila) aumentati del 4,2% rispetto al trimestre corrispondente.

Analisi condotte sui dati dell'indagine della Banca d'Italia presso le imprese dell'industria e dei servizi privati non finanziari con almeno 20 addetti (Invind) mostrano come in tutte le recenti fasi cicliche (il periodo 2000-07 di forte sviluppo dell'economia mondiale, la recessione del 2008-09, la breve ripresa del 2010) la dinamica del valore delle vendite e le previsioni di espansione futura siano migliori per le imprese caratterizzate da un maggior orientamento ai mercati esteri, da una spiccata capacità innovativa e da cospicui investimenti in ricerca e sviluppo.

Inoltre, nel 2012 le imprese prevedono una "riduzione del personale, la quarta consecutiva, più accentuata rispetto all'anno prima". Le imprese stimano un taglio degli organici dell'1,1%, "il calo, superiore a quello registrato nel 2011 (-0,2%) - si legge nell'indagine - sarebbe più accentuato nell'industria in senso stretto e tra le imprese di minori dimensioni. Il 36% delle imprese (32,6% nel 2011) prevede quest'anno un ridimensionamento del personale: di esse la metà aveva già ridotto gli organici nel 2011".

 

Ricevi gratis gli aggiornamenti di questo sito:

Fornito da FeedBurner

inncantiere2

Interviste del direttore

Convegno Unioncamere 05.07.2010

made_in_italy

I nostri servizi