Fondato e diretto da Laura Cherubini: direttore@impresamia.it - Redazione: redazione@impresamia.it - Pubblicità: commerciale@impresamia.it
News
L. STABILITA' - Credito di imposta del 10% per imprese senza dipendenti. La norma compensa l'aumento dell'aliquota Irap dal 3,5 al 3,9% CRISI - Low-flation in Francia: segnale di un cambiamento nel ritmo di crescita PROFESSIONI - Amministratori di condominio: Bica (Anammi), aggiornamento obbligatorio ma occhio al corso-truffa L. STABILITA' - Senato: circa 60 emendamenti presentati dal governo in commissione Bilancio al Senato. Domani, giovedì 18 dicembre, il voto finale FISCO - Imu e Tasi: quali sono le sanzioni per il ritardato pagamento? CONSUMATORI - Mediazione Creditizia: Adiconsum e Auxilia Finance presentano a Roma la 1^ Indagine Customer Satisfaction sui consulenti del credito SOLIDARIETA' - Selex e Croce Rossa Italiana: 2 milioni di pasti donatii RIFIUTI - Natale sostenibile: il decalogo per una raccolta differenziata dell'organico senza sprechi CSR - Openjobmetis partner di Golden Skate Awards: spettacolo natalizio di pattinaggio sul ghiaccio il 21/12 a Torino LAVORO - Jobs act: De Luca Tamajo oggi relatore a Napoli al convegno su cosa cambia nel praticantato e gli effetti delle riforma sulla ripresa occupazionale LEGALITA' - Concorso "Se tutti pagano il giusto anche il mio quartiere sorride": obiettivo diffondere la cultura della legalità fiscale tra le nuove generazioni COMPAGNIE AEREE - American Airlines Group: dati di traffico relativi al mese di novembre 2014e dati ottenuti negli ultimi dodici mesi MAFIE - Sviluppo e legalità: nascono a Carini gli interni del Frecciarossa su terreni confiscati INTERNAZIONALIZZAZIONE - Vini abruzzesi: all'azienda agricola Zaccagnini un finanziamento, garantito da Sace, per consolidare il posizionamento sui nuovi mercati LAVORO - Unioncamere: 173mila entrate nel trimestre finale del 2014. Migliora il saldo ma ancora negativo GDO - Aspiag Service: da gennaio 2015 nella Centrale di Acquisto Esd SOLIDARIETA' - Stevanato Group: al via la seconda edizione del concorso ActionAid contro la fame per le scuole BUSINESS – Sportsystem: Businaro (Assosport), sì alle Olimpiadi di Roma. Almeno +20 % di fatturato considerando anche l’indotto CRISI - Termini Imerese: Mise, Grifa esce di scena. Manifestazione di interesse per il sito ex Fiat presentata dall'italiana Metec che assicura il completo assorbimento dei lavoratori del perimetro Fiat- Magneti Marelli CRISI - Ex Irisbus: firmato al Mise accordo per passaggio a newco Iia (Idnustria italiana autobus)

Seguici su

IM-Impresamia su Twitter

Login

Effettua il login al sito per accedere a tutte le notizie non in abbonamento. _______________

Lavori parlamentari

Corsi Master Stage

Scadenze fiscali

Home ABC dell'impresa Tutela di marchi UE - Parlamento: fermo no alle pratiche commerciali sleali della Cina
UE - Parlamento: fermo no alle pratiche commerciali sleali della Cina PDF Stampa E-mail
Tweet me!
News
AddThis Social Bookmark Button

ET090309_solarIn una risoluzione adottata oggi, mercoledì 23 maggio, il Parlamento invita l'Unione europea ad agire unita contro la concorrenza sleale della Cina e per ripristinare l'equilibrio negli scambi commerciali. Il primo passo dovrebbe essere quello di ottenere un quadro chiaro della penetrazione cinese nelle economie europee, con la creazione di un organismo preposto al controllo degli investimenti cinesi nelle imprese europee e degli acquisti di debito sovrano europeo. "Desideriamo il riequilibrio delle relazioni commerciali con la Cina, per un nuovo partenariato - ha dichiarato prima della votazione l'eurodeputata francese Marielle de Sarnez, autrice della risoluzione - "dobbiamo proteggere le aziende europee da problemi quali le barriere commerciali, la contraffazione e il dumping monetario".

Nel testo adottato per alzata di mano, i deputati hanno evidenziato l'enorme surplus commerciale della Cina (168 miliardi di euro nel 2010), ma anche i problemi incontrati dalle imprese europee che vogliono esportare in Cina oppure investire in tale paese, in modo particolare nel settore bancario, assicurativo e delle telecomunicazioni. A loro parere, un organismo di controllo dell'Unione europea, simile al "Review Board" degli Stati Uniti, sarebbe in grado di fornire una valutazione ex-ante degli investimenti strategici stranieri. I deputati invitano inoltre la Banca centrale europea a collaborare con gli Stati membri per individuare i detentori di debito sovrano nella zona euro.

Il Parlamento ha sottolineato i vantaggi di cui gode la Cina, membro dell'Omc, grazie alla concorrenza sleale, raggirando le stesse regole dell'Omc per fornire alle sue imprese sovvenzioni statali sleali e crediti all'esportazione. Inoltre, la Cina blocca gli appalti pubblici delle imprese europee, nonostante l'Ue garantisca l'accesso al proprio mercato degli appalti pubblici delle imprese cinesi. I deputati invitano pertanto la Commissione a elaborare, se possibile entro quest'anno, uno strumento europeo volto a garantire reciprocità per quanto riguarda l'apertura dei mercati degli appalti pubblici.

 

Ricevi gratis gli aggiornamenti di questo sito:

Fornito da FeedBurner

inncantiere2

Interviste del direttore

Convegno Unioncamere 05.07.2010

made_in_italy

I nostri servizi