Fondato e diretto da Laura Cherubini: direttore@impresamia.it - Redazione: redazione@impresamia.it - Pubblicità: commerciale@impresamia.it
News
LAVORO - Imprese femminili: sprint delle imprenditrici under 35, +6% in sei mesi AMBIENTE - Forum QualEnergia: i apre questa mattina la Conferenza Nazionale all’Auditorium dell’Ara Pacis: “Ricette per (com)battere la crisi: una di queste è l'accordo Washington-Pechino su rinnovabili e clima CRISI - Emilia Romagna: ulteriore crollo del settore costruzioni CONTRAFFAZIONE - Area euro mediterranea: 16 Paesi firmano la Carta di Roma . Vicari, impegno a difesa della salute e della sicurezza di 450 milioni di cittadini IMPRESE - Tlc: firmato accordo per cessione Optics Alcatel Lucent all'italiana Siae Microelettronica APPALTI - Codice: Nencini, si valorizzi eccellenza imprese italiane su modello Usa FORMAZIONE - Salone dello studente: Link Campus University presenta i corsi job oriented e punta sulle nuove professioni ( Roma 26/28 novembre) NUOVO ISEE - Dal 1° gennaio in vigore le modifiche al sistema di calcolo per accedere alle prestazioni: Palazzi (Anap), il Governo liutilizzi per il sociale UE - Consiglio ministri cultura: Franceschini, cultura e turismo vera vocazione dell'Europa IMPRESE - Emilia Romagna: seminario gratuito reti di impresa a Ravenna, il 27 novembre ore 10 MADE IN ITALY - Gruppo Gerosa di Inverigo: investe oltre € 1,5 mlno in tecnologia e innovazione. Programmati ingenti investimenti anche nel primo semestre 2015 TASSE - Canone Rai: in bolletta luce da gennaio ma seconde case forse escluse COOPERATIVE - Alto Adige: una voce comune per ricoprire anche in futuro un ruolo fondamentale in campo economico e sociale PMI - Federlazio a Bruxelles: presentati risultati progetto europeo Rasdi INTERNAZIONALIZZAZIONE - Veronafiere: al Business Council Italia-Egitto. A dicembre a Il Cairo la prima edizione di Marmomacc-Samoter Africa&Middle East INTERNAZIONALIZZAZIONE - Egitto: Sace, accordo con Min. Investimenti, 210 mln garantiti per centrale Giza (Ansaldo Energia) IMPRESE - Colorificio San Marco: rileva l’ex sede di Marcon di La Murrina ed estende la propria sede principale raggiungendo una superficie di 78.000 mq RIFIUTI - Giacimenti Urbani: in tempo di crisi i cittadini scoprono la ricchezza dei rifiuti alla Cascina Cuccagna IMPRESE - Europcar: risultati finanziari per il terzo trimestre e i primi nove mesi del 2014: fatturato e Adjusted Corporate Ebitda in crescita MADE IN ITALY - Lidar prevede eruzione vulcanica: Enea, misura la concentrazione di Co2 nei gas vulcanic

Seguici su

IM-Impresamia su Twitter

Login

Effettua il login al sito per accedere a tutte le notizie non in abbonamento. _______________

Lavori parlamentari

Corsi Master Stage

Scadenze fiscali

Home ABC dell'impresa Tutela di marchi UE - Parlamento: fermo no alle pratiche commerciali sleali della Cina
UE - Parlamento: fermo no alle pratiche commerciali sleali della Cina PDF Stampa E-mail
Tweet me!
News
AddThis Social Bookmark Button

ET090309_solarIn una risoluzione adottata oggi, mercoledì 23 maggio, il Parlamento invita l'Unione europea ad agire unita contro la concorrenza sleale della Cina e per ripristinare l'equilibrio negli scambi commerciali. Il primo passo dovrebbe essere quello di ottenere un quadro chiaro della penetrazione cinese nelle economie europee, con la creazione di un organismo preposto al controllo degli investimenti cinesi nelle imprese europee e degli acquisti di debito sovrano europeo. "Desideriamo il riequilibrio delle relazioni commerciali con la Cina, per un nuovo partenariato - ha dichiarato prima della votazione l'eurodeputata francese Marielle de Sarnez, autrice della risoluzione - "dobbiamo proteggere le aziende europee da problemi quali le barriere commerciali, la contraffazione e il dumping monetario".

Nel testo adottato per alzata di mano, i deputati hanno evidenziato l'enorme surplus commerciale della Cina (168 miliardi di euro nel 2010), ma anche i problemi incontrati dalle imprese europee che vogliono esportare in Cina oppure investire in tale paese, in modo particolare nel settore bancario, assicurativo e delle telecomunicazioni. A loro parere, un organismo di controllo dell'Unione europea, simile al "Review Board" degli Stati Uniti, sarebbe in grado di fornire una valutazione ex-ante degli investimenti strategici stranieri. I deputati invitano inoltre la Banca centrale europea a collaborare con gli Stati membri per individuare i detentori di debito sovrano nella zona euro.

Il Parlamento ha sottolineato i vantaggi di cui gode la Cina, membro dell'Omc, grazie alla concorrenza sleale, raggirando le stesse regole dell'Omc per fornire alle sue imprese sovvenzioni statali sleali e crediti all'esportazione. Inoltre, la Cina blocca gli appalti pubblici delle imprese europee, nonostante l'Ue garantisca l'accesso al proprio mercato degli appalti pubblici delle imprese cinesi. I deputati invitano pertanto la Commissione a elaborare, se possibile entro quest'anno, uno strumento europeo volto a garantire reciprocità per quanto riguarda l'apertura dei mercati degli appalti pubblici.

 

Ricevi gratis gli aggiornamenti di questo sito:

Fornito da FeedBurner

inncantiere2

Interviste del direttore

Convegno Unioncamere 05.07.2010

made_in_italy

I nostri servizi