Fondato e diretto da Laura Cherubini: direttore@impresamia.it - Redazione: redazione@impresamia.it - Pubblicità: commerciale@impresamia.it
News
CULTURA - Torna domenica al museo gratuita: il 2 novembre porte aperte in siti archeologici e musei CIBUS TEC - FOOD PACK - Al via le giornate tematiche di filiera: Diary e Tomato SICUREZZA IT - Kaspersky Lab: 1 utente su 8 non crede alle cyber minacce INTERNAZIONALIZZAZIONE - Cittadinanza, questione di investimenti: prima guida italiana sull'argomento ENERGIA - Compost e biometano: da Padova a Ecomondo, un viaggio - studio alla scoperta delle ultime novità. Aggiornamento per tecnici di settore LAVORO - In primo piano a Abcd + Orientamenti: dal 5 al 7 novembre in Fiera a Genova l’International Career Day ZONE ECONOMICHE SPECIALI - Giornata di studio: mercoledì 5 novembre a Como, Università degli Studi dell'Insubria SERVIZI FUNERARI - Settore privo di una legge quadro: Federutility e Sefit, estendere bonus edilizia anche ai cimiteri RICERCA E SVILUPPO - Finanziamenti: Mise, sono 271 le imprese che ne beneficeranno (300 mln fondo programma Horizon 2010) CRISI - Suicidi: in aumento (+59%). Si abbassa l'età. Più disoccupati che imprenditori (Osservatorio suicidi per crisi economica)i INNOVAZIONE - Start-up Marathon: giovani e imprese per far ripartire il Lazio. A Roma giovedì 6 novembre ENERGIA - Offshore Energy Exhibition & Conference 2014: oltre 13mila visitatori (+47%) GIOVANI - Lavoro, formazione, orientamento – Fiera PN 30.31 ottobre ECOMONDO E INDUSTRIA IDRICA - Accordo strategico Rimini Fiera e Federutility: obiettivo, consolidare la sezione "Oro Blu" LAVORO - Manager in affitto: si fa carico della gestione aziendale, affiancando l'imprenditore e sollevandolo dal peso dell'operatività (Short Connection Italia) FORMAZIONE - Bruno Vettore e il generale Gianmarco Bellini ti insegnano l'arte della leadership: a Roma il 12 febbraio 2015 AST - Scontri a Roma: Landini, noi aggrediti. Delrio, paese è solido. Guidi, azienda ha garantito un massimo di 290 esuberi RICONOSCIMENTO DEI FIGLI NATURALI - Decreto presidenziale: Cdm approva in via preliminare DIFESA D'UFFICIO - Riordino della disciplina: Cdm esamina in via preliminare il decreto legislativo REGIONI - Leggi: Cdm ne esamina sei impugnandone una delle Marche

Seguici su

IM-Impresamia su Twitter

Login

Effettua il login al sito per accedere a tutte le notizie non in abbonamento. _______________

Lavori parlamentari

Corsi Master Stage

Scadenze fiscali

Home ABC dell'impresa Innovazione Efficienza energetica: 200 milioni di incentivi
Efficienza energetica: 200 milioni di incentivi PDF Stampa E-mail
Tweet me!
Innovazione
AddThis Social Bookmark Button

Il 54% delle imprese sono Pmi

Elettrodomestici ad alta efficienza energetica; materiali innovativi per l’edilizia e l’architettura bioclimatica; motori industriali elettrici a basso consumo; trasformazione dei rifiuti plastici in idrocarburi per la produzione di energia elettrica; innovazioni nell’eolico, nel fotovoltaico, nell’energia da biomasse e da rifiuti.

Sono alcuni dei 30 progetti di ricerca e innovazione nel settore dell’Efficienza energetica ammessi ai 200 milioni di incentivi del secondo bando di Industria 2015. I 30 progetti ammessi agli incentivi coinvolgeranno 234 imprese, 160 enti di ricerca e attiveranno circa 500 milioni di investimenti in attività di ricerca e sviluppo.

Oltre il 20% degli investimenti sarà realizzato nel Mezzogiorno. Il 54% delle imprese interessate sono piccole e medie imprese.

Con questo secondo bando sull’Efficienza energetica, che si aggiunge al primo sulla Mobilità sostenibile varato il 15 dicembre scorso con 180 milioni di incentivi, sono complessivamente quasi 500 le imprese e 260 i centri di ricerca che hanno promosso i 52 progetti ammessi agli incentivi, mentre è in corso la valutazione dei 429 progetti del terzo bando sulle Tecnologie per il Made in Italy, che ha visto la significativa partecipazione di tremila imprese e mille centri di ricerca. I
progetti di Efficienza energetica prevedono la realizzazione di nuovi prodotti o servizi in grado di determinare positive ricadute industriali; i progetti sono distribuiti nelle varie aree tecnologiche individuate dal bando, con una significativa concentrazione nelle aree ad alto potenziale innovativo, pari al 65% degli investimenti previsti e al 56% delle imprese proponenti, dove eccellono i temi della bioenergia e produzione di energia da rifiuti e del solare fotovoltaico. Il restante 35% degli investimenti riguarda progetti di innovazione in aree considerate ad alto potenziale applicativo, dall’eolico, ai materiali ad alta efficienza per l’edilizia, ai sistemi e sottosistemi ad elevata efficienza per usi finali.
 

Ricevi gratis gli aggiornamenti di questo sito:

Fornito da FeedBurner

inncantiere2

Interviste del direttore

Convegno Unioncamere 05.07.2010

made_in_italy

I nostri servizi